Vittorio D’Amato

Danza Classica

Vittorio D’Amato
Primo ballerino.
Dopo aver ricevuto il diploma della scuola di ballo del Teatro alla Scala entra a far parte della compagnia dello stesso teatro. Ha così l’occasione di lavorare con i più grandi coreografi classici e moderni come Nureyev, Flindt, Robert North, Falco, Roland Petit, Pistoni, Uve Scholz, Balanchine Alvin Aley, Hynd, Matz Ek, Cranko, Kenneth Macmillan, Derek Deane. Danza nei ruoli di Mercuzio di Romeo e Giulietta, Lensky in Onegin, Apollo Musagete anche come ospite del teatro Deutsche Staatsoper Berlin, Passo a Tre del Lago dei Cigni, Uccellino Blu nella Bella Addormentata di Nureyev, Hilarion in Giselle di Matz Ek e Yvette Chauvirè, il Matto nella Strada di Pistoni, Ulrich nel Pipistrello di Roland Petit, Petruska, Lescaut in Histoire De Manon, Forsyte, Tout Satie, Frollo in Notre Dame De Paris di Roland Petit, Coppelius in Coppelia di Derek Deane. Ha l’occasione di lavorare come coreografo e Maitres de ballet in Carmen e nell’Opera di Traviata a Milano al Teatro della Luna stagione 2012. Attualmente si dedica all’insegnamento ai professionisti.